Seleziona una pagina

Chi di voi ha sentito parlare del Guppy? E di Lebistes? Oppure vi hanno parlato del Poecilia Reticulata? 

Ebbene, vi hanno parlato tutti dello stesso pesce. 

Il Guppy, nome scientifico Poecilia reticulata, molto noto anche col nome di Lebistes, è un piccolo e coloratissimo pesce d’acqua dolce e uno dei più noti e diffusi pesci d’acquario. 

Poecilia reticulata, Guppy, Lebistes e molto altro

Questo coloratissimo pesciolino, noto sicuramente a tutti anche se con tanti nomi diversi, oltre ad essere simpatico, decorativo e molto attivo, risulta essere a mio avviso uno dei pesci più semplici da gestire in acquario e sicuramente tra i più semplici da riprodurre.   

Questo lo rende perfetto per il neofita, che allestito il primo acquario non vede l’ora di popolarlo di colori. Infatti questo piccolo pesce: 

  • è molto attivo ma non aggressivo; 
  • può stare tranquillamente in comunità con altri pesci, anche conspecifici;
  • ha un dimorfismo sessuale molto accentuato, che permette facilmente di distinguere il maschio dalla femmina;
  • è ovoviviparo e si riproduce abbastanza facilmente. 

Quando acquistai il mio primo acquario, molti anni fa, i primi pesci che vi inserii furono proprio Poecilidi. Già, fu emozionante vederli nuotare nell’acquario e inseguirsi a vicenda, figuratevi quale potesse essere l’emozione quando le femmine iniziarono a partorire avannotti in giro per la vasca. E ovviamente quale delusione fosse stata vederli sparire dalla vasca poco dopo essere venuti al mondo. 

Ma loro sono così: non è una regola ferrea ma facilmente si mangiano la prole, appetitoso spuntino, soprattutto se la vasca non ha nascondigli sufficienti o adatti. 

Ma vediamo adesso qualche informazione più dettagliata sui Lebistes. 

Guppy, Provenienza e Habitat 

Il Guppy è un pesce sudamericano, particolarmente diffuso nelle aree del Venezuela, Guyana, Brasile settentrionale e isole come Barbados e Trinidad e Tobago. Successivamente introdotto in tutto il continente americano, anche perché lo si pensava rimedio efficace contro le zanzare, è ora presente in molti altri luoghi, trovando diffusione in tutto il pianeta sempre in aree tropicali e subtropicali. 

La sua diffusione così importante è legata al fatto che questo poecilide si adatta molto bene a tipologie di acqua realmente molto diverse.  E questo è uno dei più importanti motivi che lo rendono un pesce di facile gestione, anche per chi è alle prime armi. 

Il dimorfismo sessuale 

Questo pesce si presenta coloratissimo, con particolare riferimento alla pinna caudale e, nel maschio in particolare, il corpo e la pinna dorsale.  

Guppy Maschio

Guppy Maschio

In questa specie la livrea del maschio, di norma di taglia inferiore rispetto alla femmina, è molto più appariscente, anche se la colorazione intensa della coda è presente anche nella femmina. Inoltre il maschio presenta una colorata pinna dorsale moto più ampia rispetto a quella delle femmine. 

 

Guppy Femmine

Guppy Femmine

Nel maschio è poi facilmente visibili il gonopodio, collocato tra le pinne ventrali. Si tratta di minuscolo peduncolo che il maschio incastra nell’apertura urogenitale della femmina per la fecondazione delle uova. Questo pesce infatti è

ovoviviparo, quindi le uova vengono fecondate internamente alla femmina che alla schiusa partorirà gli avannotti. 

Le caratteristiche dell’acqua 

  • pH: 7,2 – 8,0 
  • Gh: sopra il 10 (9-19) 
  • Kh: sopra 8 (10-20) 
  • Temperatura: tropicale 18°C – 28°C una temperatura di 22°C con variazioni stagionali e diurne – notturne sono ottimali. 
  • Stagionalità: variazioni di temperatura sono sufficienti per una buona stagionalità durante l’anno. 

Caratteristiche della vasca 

La vasca per Poecilia Reticulata deve essere di almeno 60 litri. Occorre considerare il fatto che questi animali sono particolarmente prolifici, quini tenderanno a riempirla rapidamente. Laddove troveranno spazio e adeguati nascondigli, la prole ha maggiori probabilità di sopravvivenza. Per questo è opportuno inserire in vasca una abbondante quantità di piante, ottimi nascondigli naturali sia per le femmine, assillate dal maschio, che per gli avannotti. 

Per questi ultimi poi è particolarmente indicata la presenza di Ceratophyllum demersum o piante simili. Il Ceratophyllum è una pianta acquatica galleggiante che offre per gli avannotti un nascondiglio naturale perfetto a pelo d’acqua. 

Alimentazione del Guppy

Guppy sono pesci sostanzialmente onnivori. Si nutrono di zooplacton, piccoli insetti e alghe. Ma non disdegnano cibo vivo, dal chironomus alle artemie saline, anche se prediligono di origine vegetale. In acquario è facile alimentarli, ma occorre fare attenzione a non esagerare. 

Conclusioni

Ora sapete più o meno tutto quello che c’è da sapere per allevare con successo questi piccoli pesci. Buttatevi quindi e scegliete tra le mille varietà disponibili quelle che coloreranno meglio il vostro acquario. 

E mi raccomando, mi aspetto i vostri commenti e suggerimenti. Non mancate.