Seleziona una pagina

Cane in città, come affrontare la situazione

Avere un cane in città non è così complicato. I canidi sono animali davvero adattabili. Sono passati con successo dalla vita selvaggia a quella di compagni di vita o di lavoro.

Si sono adattati ancora negli ultimi secoli così come noi stessi ci siamo evoluti. In Italia secondo i dati Istat 2015 sono circa quindici milioni i cani e i gatti che vivono nelle case degli italiani. Più o meno 6,8 milioni di famiglie possiedono un cane. I cani cittadini sono quelli che vivono principalmente in casa e non in giardino come quelli di campagna. Partecipano attivamente alla nostra vita, condividono i nostri spazi e insieme a loro si creano tanti piccoli o grandi rituali durante il giorno. Se si vive in una città bisogna considerare attentamente se l’ambiente è adatto per il tipo di cane che si possiede.

Il cane giusto

Cercare il cane giusto vuol dire ridurre la potenziale scelta di cani che possono vivere felici in una piccolo casa e in un ambiente cittadino. Mantenere un piccolo cane come lo Yorkshire o un cane tranquillo come il levriero è compatibile con la vita in città. Con razze molto attive come lo Springer spaniel sarebbe molto più difficile.

Il cane e il condominio

Bisogna innanzitutto pensare all’impatto che avere un cane potrebbe avere sui vicini. Controllare sempre se ci sono restrizioni sul possesso di cane nell’edificio. In caso di affitto assicurarsi di avere il permesso del padrone di casa prima di comprare un cane. Il cane non dev’essere un problema o un inconveniente per i vicini come rovinare il giardino condominiale o i marciapiedi.

 Consigli per un buon proprietario in condominio

  • Portare il cane al guinzaglio corto negli spazi comuni condominiali;
  • In ascensore tenere il cane al guinzaglio;
  • Non lasciare libero il cane su scale o spazi condominiali chiusi e nei giardini condominiali;
  • Non lasciare negli spazi comuni ciotole con cibo o acqua;
  • Se il cane abbaia negli orari di riposo, insonorizzare la zona dove vive il cane e predisporre spazi a lui riservati lontani dalle finestre dei vicini.

Alcuni servizi per i cani in città

Ci sono alcuni vantaggi nel mantenere un cane in un ambiente cittadino. Dog sitters, alberghi per cani, servizi di tolettatura, o altre cose molto più frequenti in città che nelle aree campestri.

Le passeggiate in città

Il cane ha bisogno di camminare almeno due volte al giorno, quindi è importante esplorare la zona e trovare alcuni ottimi posti dove portarlo. Le città hanno aree dedicate per i cani, come altri parchi o spazi verdi dove i cani sono ammessi.

Prendi le scale

Se vivi in un appartamento oltre il piano terra, prova a cambiare l’abitudine di prendere l’ascensore, invece prendi le scale ogni volta che puoi, questo aiuterà a fare più esercizio sia a te che al cane. Se non riesci a fare le scale tutte in una volta, almeno cammina un paio di piani prima di prendere l’ascensore, il tuo cane ti ringrazierà.