Pubblicato il

L’Alitosi nel Gatto, possibili cause e rimedi naturali

L'Alitosi nel Gatto, possibili cause e rimedi naturali

L’alitosi nel gatto non è un fenomeno così raro. Vi sarà capitato accarezzando il vostro micio, di percepire una pesantezza d’alito nel vostro amico. Se le stime sono corrette questo problema affligge 7 gatti su 10. Ma vediamo di individuare le possibili cause e quindi le possibili soluzioni.

Indice

L’alitosi nel gatto, possibili cause
Alito cattivo e alimentazione
Igiene orale
Rimedi naturali all’alitosi
Conclusioni

L’alitosi nel gatto, possibili cause:

Se il tuo gatto ha l’alito pesante prendi in considerazione il problema con serietà, perchè può essere indice di diverse patologie più o meno gravi. L’alitosi nel gatto può dipendere da un problema di scarsa igiene orale (tartaro, batteri) come da qualche patologia del fegato, dei reni o dello stomaco.

La prima cosa da fare, per una valutazione corretta dei rimedi da adottare, è rivolgersi a un buon veterinario. Il medico potrà così accertare o escludere le patologie più serie e intervenire se il problema è legato all’igiene orale o al tartaro.

Sembra infatti che dopo il terzo anno di età un’alta percentuale dei gatti soffra di problemi legati all’igiene orale.

La sintomatologia più seria che potrai notare nel tuo gatto è la seguente:

  1. Presenza frequente di tartaro marrone
  2. Infiammazione della cavità orale
  3. Odore di urina nell’alito
  4. Odore dolciastro nell’alito
  5. Alito maleodorante con vomito frequente

I primi due casi sono generati da patologie che interessano la cavità orale, legate sicuramente alla scarsa igiene.

Nel terzo caso il problema potrebbe essere causato dai reni, organo particolarmente delicato nel gatto.

Il quarto caso potrebbe essere indice di diabete, mentre il quinto caso potrebbe interessare il fegato.

In tutti questi casi si tratta di patologie potenzialmente gravi, quindi l’intervento del veterinario è sempre indispensabile. Non aspettate che il problema si risolva da solo. Datevi da fare!

Alito cattivo e alimentazione:

Certo l’alimentazione è un elemento di fondamentale importanza, anche per quanto riguarda i problemi di alitosi. Primo rimedio da prendere in considerazione infatti è una modifica alla dieta del vostro amico. Diversi sono i motivi che suggeriscono questo rimedio.

  • Alcuni alimenti aiutano a combattere la formazione del tartaro, causa di cattivi odori. I croccantini ad esempio, per la modalità di masticazione richiesta, aiutano a rimuovere il tartaro e mantenere puliti i denti. Da preferire quindi, in questi casi, rispetto al cibo umido.
  • Il gatto potrebbe essere affetto da intolleranze alimentari che si manifestano tra l’altro con pesantezza d’alito. Individuare dei mangimi appositamente studiati per le intolleranze alimentari potrebbe essere risolutivo.
  • I gatti tendenzialmente bevono poco, perchè come tutti i felini dovrebbero assumere i liquidi dalle prede cacciate. Ma ormai il gatto domestico non caccia. L’assunzione di pochi liquidi non migliora la salivazione, anzi. Questo può comportare concentrazioni batteriche maleodoranti nella cavità orale. Stimolare il gatto a bere di più potrebbe aiutare e risolvere il problema.

Igiene orale

L’igiene orale nel gatto  deve essere affrontata con cura. Nei casi più complessi, con depositi importanti di tartaro, deve intervenire il veterinario che, con

Alitosi nel gatto - pulizia dei denti
Alitosi nel gatto – pulizia dei denti

appositi strumenti, rimuoverà la placca al vostro amico in sedazione leggera.

Nella routine quotidiana l’uso di croccantini e di appositi snack, che inducano una masticazione prolungata, possono aiutare a ridurre la formazione di tartaro e placca. Anche l’utilizzo di giochi da mordere appositamente studiati può produrre questo stesso effetto.

Altra possibilità è quella di ricorrere al tradizionale: dentifricio e spazzolino. Naturalmente non si tratterà degli stessi prodotti usati da voi, ma di dentifrici appositamente studiati per gatti e spazzolini da “indossare” sul dito. Un paio di lavaggi a settimana dovrebbero aiutare (sempre che il vostro amico ve lo permetta!).

Rimedi naturali all’alitosi del gatto:

Esistono rimedi naturali che possono aiutare a risolvere problemi di alitosi. L’erba garra è uno di questi. Il consumo di erba gatta stimola la salivazione e il profumo di menta profumerà l’alito in modo naturale.

Vi sono poi integratori alimentari studiati appositamente per i problemi di alitosi. Si tratta di prodotti a base naturale, normalmente costituita da piante officinali, che aiutano a risolvere il problema agendo su tutte le possibili cause. Uno di questi più volte testato direttamente da noi è Hybrid di Camon, prodotto contenete Lievito di Birra, Alga Spirulina, Malto, Propoli, Aloe Vera, Magnesio, tutti elementi dalle diverse proprietà terapeutiche.

Conclusioni:

Concludiamo questo articolo con una piccola check list che ti potrà aiutare a muoverti verso la soluzione del problema.

  1. Visita dal veterinario per escludere patologie gravi
  2. Intervento sulla dieta per introdurre croccantini ed eventuali prodotti contro le intolleranze alimentari
  3. Utilizzo di giochi o prodotti appositamente realizzati per aiutare a mantenere l’igiene orale
  4. Utilizzo di rimedi naturali (erba gatta, integratori alimentari) per aiutare a migliorare la salute complessiva dell’animale e a eliminare il cattivo odore dell’alito.

Quattro punti importanti, da seguire scrupolosamente.

Mi raccomando non dimenticare di farci conoscere la tua soluzione. Lascia un tuo commento. Potrebbe aiutare altri nostri lettori a risolvere il proprio problema di alitosi.

 

 

Lascia un commento